J. J. Flash

Pilota di swoop e imbroglione

Description:

Specie: Umana
Sesso: Maschio
Capelli: Biondi
Occhi: Marroni
Pelle: Ambrata
-——————
Umano Medio Canaglia 3
Destino (diventare Ammiraglio di una flotta) 2; Forza 6 Lato Oscuro 0
Iniz +8 Sensi Percezione +6
Linguaggi Basic, Binario, Huttese, Rodiano, Gamorreano

Difese Rifl 18 (colta alla sprovvista 16) Temp 14 Vol 15
PF 28; Soglia 14

Velocità 6
Mischia Manganello stordente 1 (1d6 -1/2d6-1 [stordimento])
A distanza Blaster pesante +5 (3d8
1 – a energia, 50 colpi per cella)
Att base +2; Lotta +1
Speciale +2 a bordo di astronavi
Opzioni di attacco Sparo, stordimento

Caratteristiche For 8 (-1), Des 15 (2), Cos 10 (0), Int 16 (2), Sag 10 (0), Car 11 (0)
Attitudini Spacehound (niente malus a bassa/zero gravità); Starship raider ( 1 attacco base se su astronave)
Talenti Competenza in armi semplici e pistole, Linguista, Colpo ravvicinato (
1 attacco e danni a distanza ravvicinata), Combattimento su veicoli (reazione, 1 v. per round: con un tiro su pilotare riuscito nego i danni di un attacco – CD = risultato tiro per colpire; posso inoltre utilizzare armi su veicoli), Arma focalizzata (pistole), Difese migliorate
Abilità Acrobazia +8, Conoscenze (scienze fisiche) +5, Informatica +9, Iniziativa +8, Meccanica +8, Percezione +6, Pilotare +8
Proprietà Blaster pesante, Manganello stordente, 5 celle d’energia, Ricaricatore d’energia, Kit utensili, Llhosan industries Aerochaser Speeder

Bio:

Se non riesci a vincere, guadagna perdendo.

Sesto figlio di una famiglia mineraria di Tralus, J.J. non ha mai avuto intenzione di lavorare.

A tredici anni riesce a mettere insieme il suo primo swoop bike assieme ai fratelli, assemblando pezzi di ricambio e un motore rubato. A quattordici è già un temerario: virando a piena velocità per le strette miniere del pianeta, dopo poco tempo entra nel circuito delle scommesse e viene celebrato come nuova promessa delle corse.
Ma durante la prima di queste corse J.J. si schianta, mandando in frantumi il suo swoop e procurandosi una commozione che lo lascerà in coma per tre mesi. Risvegliatosi, il padre gli impedisce mai più di avvicinarsi a uno swoop e lo spinge al lavoro assieme ai suoi altri fratelli, sette mesi di duro lavoro più tardi J.J. approfitta del momento: procuratosi un permesso per controllo merci su una nave mineraria diretta verso Centerpoint Station, J.J. salta a bordo e non torna più a casa – abbandona la nave appena attraccata e con i soldi risparmiati si compra un biglietto di stiva su una nave diretta verso l’orlo esterno della Galassia.
Sulla nave incontra Dreego, un Rodiano, e stringono subito amicizia. Arrivati su Raxus Prime i due lavorano per un po’ come corrieri per la Gilda Commerciale nella speranza di guadagnare abbastanza per uno Swoop e rientrare nel giro delle corse. Il lavoro è relativamente noioso, trattandosi di impegnare lunghi e lenti viaggi commerciali lungo rotte sicure. Nel frattempo, tuttavia, J.J. impegna il tempo imparando le basi della guida e del calcolo aerospaziale e incontra un Bothano ubriacone di nome Shaltrik che gli insegna le basi della fisica iperspaziale.
Finalmente J.J. e Dreego riescono a risparmiare i soldi necessari e, pieni di speranza, si licenziano dalla Gilda e si buttano sul circuito Swoop. E di nuovo, al primo giro uno schianto. Lo Swoop tanto faticato è irreparabile e J.J. si ritrova con un braccio rotto; finalmente comincia a dubitare di poter mai diventare una leggenda dello swoop come sognava su Tralus.

Senza più soldi e con la Gilda disinteressata a riprendersi i due, Dreego è costretto a entrare nel giro delle bische, prendendo contatti con alcuni personaggi legati alla Famiglia Hutt. Tuttavia non è un cattivo affare, mentre J. J. guarisce i soldi cominciano a entrare e i due lasciano Raxus Prime per Syboona dove cominciano a lavorare dietro le scene del circuito podracer, incassando sulle scommesse.

Qui, mettono in piedi la loro prima stangata: sostituendo un pilota Dug novello con uno veterano (all’insaputa degli allibratori), incassano alla grossa e – prima che se ne accorga nessuno – sono già su un altro continente a fare lo stesso. Tre giochetti simili, (con lo stesso Dug, e poi un Toong) e i due lasciano il pianeta.
Con i soldi guadagnati la coppia di amici si diverte alle frontiere della Galassia, e J.J. vuole celebrare i 19 anni con un nuovo Swoop – intenzionato sempre a entrare nel giro professionistico. Ma l’arrivo di una delegazione Gamorreana mette subito fine alle loro speranze: la famiglia Hutt vuole un taglio consistente dei profitti e i due non hanno altra scelta che accettare.
A questo punto, coi pochi soldi rimasti, Dreego compra a J. J. uno Speeder usato – modificato secondo i requisiti necessari per entrare in un circuito Swoop – e, augurategli comunque buon compleanno, gli propone la sua nuova idea: guadagnare perdendo.

Lo chiamano “la visita”, e si fa sui pianeti più isolati: J.J. entra come pilota esterno, pubblicizzato da Dreego e alcuni complici come un pilota eccezionale proveniente dai pianeti centrali. Dopo una gran fanfara e un paio di acrobazie come quelle che faceva nelle vecchie miniere, le poste vengono riadattate – solitamente a sfavore dei piloti locali. A questo punto Dreego punta sui favoriti precedenti, J.J. abbandona la corsa, Dreego incassa e i due fuggono dal pianeta.
Finora, J.J. e Dreego hanno “visitato” una ventina di pianeti. E’ una buona truffa se fatta con parsimonia, ma i due stanno diventando troppo sicuri di sé ed è solo questione di tempo perché i Hutt chiedano ancora la loro “fetta”….

J. J. Flash

Star Wars - The Old Republic Kalyth81